Nebraska: parlamento batte Governatore conservatore

Bandiera Nebraska

Sono tempi duri per il Governatore del Nebraska Pete Ricketts. Nel giro di pochi giorni l’organo legislativo dello stato è riuscito, con una maggioranza qualificata, ad annullare due volte il veto governatoriale che avrebbe impedito l’entrata in vigore di due misure legislative molto importanti.

Nel primo caso il veto del Governatore repubblicano è stato scavalcato dal voto di 30 a 19 per abolire definitivamente la pena di morte nello stato. Il Nebraska fa ora parte dei diciannove stati americani che non prevedono la pena di morte, ed è peraltro il primo stato “repubblicano” ad abolire la pena capitale dal 1973.

Ricketts si è visto annullare un’altra volta il veto Giovedì, quando una maggioranza di 34 a 10 ha approvato la mozione che consente ai figli degli immigrati irregolari di ottenere una patente di guida. Il Governatore conservatore ha tentato invano di bloccare la misura, che rendeva il Nebraska l’unico stato ancora ad impedire ai giovani irregolari di conseguire il documento. La norma si rivolge alla categoria di giovani individuata dalla riforma DACA (proposta da Obama qualche mese fa) che sospende le deportazioni per coloro che sono entrati illegalmente negli Stati Uniti da minorenni, e dovrebbe andare a favore di circa 2700 giovani che vivono in Nebraska.

Le norme che riguardano il trattamento dei “dreamers” (i “sognatori”) sono al centro dell’attenzione anche nella campagna elettorale per le elezioni presidenziali del 2016. I repubblicani respingono in coro la possibilità di una completa riforma sull’immigrazione mentre Hillary Clinton, candidata per il partito democratico, ha già espresso il volere di lavorare affinché’ gli immigrati irregolari possano trovare una strada verso la cittadinanza americana.

 

Lascia un commento per primo su "Nebraska: parlamento batte Governatore conservatore"

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.


*