Ostaggio chiede aiuto ordinando una pizza

E’ accaduto ad Avon Park, centro della Florida. La vittima, Cheryl Treadway, martedì mattina è stata prelevata e privata del proprio telefono cellulare da Ethan Nickerson, padre dei suoi tre figli. Nickerson ha poi costretto la vittima ad accompagnarlo a prendere i figli a scuola per poi tornare nella loro abitazione e tenerli in ostaggio. Una volta a casa però la donna è riuscita a convincerlo di aver bisogno del proprio cellulare per ordinare le pizze tramite la piattaforma online di Pizza Hut.

Nei commenti del proprio ordine Treadway è riuscita ad inserire una supplica: “per favore, chiama il 911 per me … ostaggio aiuto” (si può vedere un immagine della ricevuta stampata a fine articolo). Poche parole ma sicuramente di grande impatto per l’impiegata del negozio che ha detto di essersi spaventata al momento: “ho provato paura per la persona tenuta in ostaggio”. La cuoca e la manager del negozio hanno immediatamente riconosciuto l’identità del mittente, cliente abituale, e non hanno esitato a chiedere aiuto alle forze dell’ordine.

Curtis Ludden, il negoziatore di ostaggi della contea locale, è stato il primo a raggiungere l’abitazione. Al suo arrivo, Cheryl Treadway è riuscita a fuggire dalla propria casa con uno dei bambini in braccio, mentre gli altri due erano rimasti all’interno con il padre armato e sotto l’effetto di narcotici. Fortunatamente però, dopo qualche breve trattativa, le operazioni della polizia sono state portate a termine senza alcun incidente. In meno di venti minuti Nickerson è stato arrestato dagli agenti con l’accusa di violenza aggravata dall’utilizzo di un’arma ma senza l’intento di uccidere, percosse, detenzione abusiva di persone e ostruzione alla giustizia.

aiuto tramite pizza

Questa è la ricevuta dell’ordine che riporta la disperata richiesta d’aiuto della donna

 

Lascia un commento per primo su "Ostaggio chiede aiuto ordinando una pizza"

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.


*