Cittadinanza dopo servizio militare

Saluto bandiera

La norma che consentirebbe agli immigrati irregolari di richiedere la cittadinanza americana dopo aver servito nelle forze armate è già stata proposta diverse volte nel corso degli ultimi due anni. Il provvedimento, noto come ENLIST Act, ha pero’ sempre trovato la strada sbarrata dai repubblicani che si oppongono a qualunque cambiamento delle politiche sull’immigrazione (spesso infatti propongono inasprimenti alle leggi esistenti, a danno di coloro che non sono cittadini americani).

Jeff Denham crede pero’ fortemente al cambiamento della legislazione e ci riprova. Il deputato della California, eletto alla Camera dei Rappresentanti da un distretto in gran parte popolato da ispanici, è uno dei pochi repubblicani ad avere sposato pienamente la causa della riforma sull’immigrazione, e spera che questa volta l’ENLIST Act riesca a passare l’esame della commissione sulle forze armate, che a breve dovrà votare il budget della difesa per il nuovo anno.

Il provvedimento regolerebbe diversi aspetti ancora poco chiari del rapporto tra immigrati irregolari e forze armate, dal chiarire i requisiti necessari per l’arruolamento (tra gli altri bisognerà avere il diploma di scuola superiore e la conoscenza della lingua inglese) alla possibilità di ottenere l’agognata cittadinanza americana una volta completato il servizio militare.

 

Lascia un commento per primo su "Cittadinanza dopo servizio militare"

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica.


*